La nostra galleria di opere d'arte Gli artisti che espongono in questo sito Le principali tecniche applicate
Le opere che potete acquistare online facendo la vostra offerta
Come contattare Gallery Lady
Cerca nel sito
Home PageArchivio notiziecreature di sabbia
Notizie d'Arte
09 giugno 2011

Fathi Hassan creature di sabbia
                         creatures of sand

Quest’anno l’evento "cool" dell’estate, si internazionalizza alla galleria "L’Arte" di Anna Rosa Callegari in Via Mazzini, 160, all’interno del più ampio contenitore rappresentato dalla Fiera campionaria di Molinella (BO), con opening del nubiano Fathi Hassan, venerdì 1 luglio, alle ore 21:00.

L’installazione dell’artista ripercorre la sua ricerca, basata spesso sull’ossessione e la ripetitività. Un tema, una forma (per esempio il vaso, oppure la palma o ancora uno scarno orizzonte sahariano) possono essere oggetto di lunghe indagini, articolate in cospicue serie di opere. Le linee, le inquadrature i tratti, i tocchi di fino si ripetono da un pezzo all’altro e sono proprio le minime variazioni, gli scarti più o meno impercettibili, a dare un senso al lavoro, a dare vita a un racconto fatto solo di silenzi e momenti di pausa.

Fathi Hassan non si accontenta di raccontare l’Africa, non si limita a illustrare i costumi e le forme della sua terra. Il desiderio di palpare e rimodellare le sabbie del deserto, la voglia di catalogare gli uomini e gli animali del Sahara, la frenesia di ridurre i paesaggi aridi e assolati a un segno o a un simbolo, a un’icona, svelano come l’artista cerchi invece, sempre, di comprendere, riassumere, interpretare il cuore fascinoso e pulsante del continente.
Spesso monocromi, a volte giocati su contrasti tutt’altro che forti, sovente disegnati da grumi di sabbia e materia, i lavori di Hassan non possono essere soltanto osservati. In realtà, per assaporarli davvero bisogna toccarli, sentirne la strana consistenza. E’ necessario sfiorarli per capire quanto siano sottili, in ogni senso: hanno infatti linee morbide e carezzevoli ma, insieme, un corpo graffiante e duro, che ricorda i monili berberi. In pratica, oggetti dolci da vedere ma aggressivi nel significato d’appartenenza, nell’orgoglio della stirpe: come le sabbie del tempo.













Stare su una gamba sola,
roba d'acrobata.
Mentre il gabbiano non pensa
l'uomo conta i suoi passi.

Fathi Hassan
tratto dal Pensiero disordinato,2005



Organization:
Galleria L’Arte+39051880612
info@gallerylady.it
www.gallerylady.it

Gallery Lady - Condizioni di vendita e Privacy policy - Glossario Vai alla pagina di Facebook dedicata ad analisiaziendale.it Credits